Mafie e terroristi strizzano l’occhio alle criptovalute

Mafie e terroristi strizzano l’occhio alle criptovalute

In un articolo scritto tempo fa, ho spiegato l’alto contenuto speculativo e privo di alcuna regolamentazione di queste valute inventate elettronicamente. La speculazione non è reato, attenzione, e non è un male assoluto. Essa muove il mercato, e spesso lo spinge al bene.

L’equilibrio finale si crea con l’intervento delle Autorità monetarie, statali e sovranazionali. Ma con le criptovalute tutto ciò non è possibile, perché non esistono investitori “di ultima istanza”, per l’appunto le banche centrali e i fondi, disposti al “whatever it takes” che l’allora Presidente Bce Draghi lanciò per riequilibrare il mercato monetario e finanziario della Ue in una fase critica, non tanto delle quotazioni, ma dei saldi di bilancio dei principali stati europei.

Il mio contributo per la Rubrica "Sicurezza e insicurezza" in collaborazione con Filodiritto.

https://www.filodiritto.com/mafie-e-terroristi-strizzano-locchio-alle-criptovalute